Il manoscritto di Charlotte

di Francesco Panaro Matarrese

Il manoscritto in miniatura di Charlotte Brontë

Il manoscritto in miniatura di Charlotte Brontë


Quattromila parole, 19 pagine scritte in bella grafia. È l’inizio, a quattordici anni, dell’attività letteraria della scrittrice inglese Charlotte Brontë. Con lei le sorelle Emily, Anne e il fratello Patrick. Proprio a quest’ultimo il padre, pastore protestante, aveva regalato una scatola di soldatini intorno ai quali i bambini crearono alcune avventure di fantasia, scritte su pezzettini di carta poco più grandi della dimensione di un francobollo, cuciti a mano e rilegati in minuscoli manoscritti. Charlotte e il fratello scrissero la Glass Town  Saga, Emily ed Anne la Gondol  Saga. La piccola opera non è solo il sogno ad occhi aperti di una bambina, ma contiene già tutti i presupposti letterari di quella che poi sarà una delle scrittrici più importanti di lingua inglese.
Il manoscritto in miniatura  intitolato Young Men’s Magazine Number 2 è stato aggiudicato all’asta per 690,850 sterline al Musée des  Lettre et Manuscripts di Parigi, il doppio del prezzo stimato in un’altra asta da Sotheby’s di Londra.