uncommons

village



Batosta al Premium



di Jacopo Fo

Premium Mediaset 3D

Premium Mediaset 3D

Questa volta Berlusconi si è veramente preso una bella bastonata. Son qui che gongolo da un paio d’ore.
E non solo B. soffre… anche l’idea del Pd di allearsi con Casini è andata a picco, e la linea ibrida Veltroni – D’Alema va a farsi benedire.
E si impone prepotentemente l’immagine di un elettorato progressista che non si fida più dei partiti e vota un candidato con forza solo se rappresenta una rottura con la Casta dei politici inciucioni che fanno i morbidi con gli inquisiti.

Laddove il Pd non fa scelte innovative paga pegno. A Bologna vince probabilmente sul filo del rasoio con la lista del Movimento a 5 Stelle che sfiora il 10%... Qualche cosa di più di un semplice voto di protesta…
Questa giornata segna uno spartiacque spero invalicabile, che porta fuori dall’era Berlusconi.
Alla fine tanti scandali, neffandezze e compravendite di parlamentari e insulti ai giudici non hanno premiato B. che nel Nord e molto spesso sotto alla Lega. Diciamo che c’è stato un tracollo del Pdl. Con una punizione particolare per B., che pur restando il più votato dei candidati consiglieri, a Milano, perde circa la metà delle preferenze mancando di brutto il suo obiettivo di 52 voti personali. E se è preoccupante che ci siano ancora 25 mila milanesi disposti a votarlo è consolante che altrettanti non se la siano proprio sentita.

Resta, nel panorama l’incognita Lega, che pur raccogliendo alcune buone affermazioni locali sembra risentire negativamente dell’alleanza con il Trapiantato di Ferro.
E se a Bossi (che si è dichiarato stupito dai risultati milanesi) gli saltasse la mosca al naso? In fondo è già successo in passato…
La domanda ora è: visto che la barca affonda e che B. non può più promettere molte rielezioni, dato che è prevedibile una tremenda batosta alle prossime politiche, il governo avrà ancora la maggioranza in parlamento alla prossima fiducia?
Comunque il vento è cambiato. E diciamolo, alla fin fine Bersani si è dimostrato molto più abile di D’Alema e Veltroni… E anche questo spostamento del potere interno al Pd mi sembra buona cosa. Anche se molto diversi D’Alema e Veltroni rappresentano l’anima vecchia del PCI. Bersani è il più nuovo che c’è…


Parole chiave: politica

COMMENTI

Sono presenti 17 commenti per questo articolo

Eli Mcbett
Pesci!!
il 17 Maggio 2011

Giuseppe Iacovelli
condivido l'analisi di jacopo fo infatti il segretario del pd ha vinto con la sua strategia e forse "rottamare" le anime vecchie citate da fo non sarebbe male
il 17 Maggio 2011

Milly (utente non registrato)
gongolo.... per principio.... raccontatemi un po' cosa è successo... vedo solo tg stranieri!!!
il 17 Maggio 2011

Milene Mucci (utente non registrato)
D'accordo con Jacopo Fo..con in piu' spedire Uolter con affetto in Africa eBaffino sull'Icarus..Parlare chiaramente,dare un programma definito che raccordi magari il Pd alla vera societa'  per cui certi  diritti civili  ormai sono assodati e non tabu'..
Insomma qualcosa semplicemente laico e ,progressista,anche un po' di "sinistra " :-)
Dai,intanto gongoliamo un attimo..
...
milene
ps.vado via di corsa..ho appena rubato un auto che ho parcheggiato sul posto per disabili  (perche' noi siamo brutti,sporchi ,pericolosi  e molto,molto cattivi...:-)
il 17 Maggio 2011

Eli Mcbett
http://www.youtube.com/watch?v=4y5XiOK2b0c
il 17 Maggio 2011

Bruna Durante (utente non registrato)
Sono felice per i risultati, ma se Bersani è il più nuovo che c'è, non giriamo manco l'angolo della strda.

il 18 Maggio 2011

Giulio Olleia (utente non registrato)
D'accordo su quello che dice Jacopo Fo, anche se per il discorso Grillo e Lega forse, ma è un mio pensiero, bisogna fare un'altra considerazione.
La lega, quando si è proposta ha raccolto consensi con il populismo, il razzismo la voglia di secessione e la presunta lotta alla Roma ladrona e sprecona, portando via voti alla sinistra dei delusi, poi è entrata nel caldo grembo della politica???? romana, mettendo i figli ignoranti a guadagnar stipendi da favola, mostrandosi uguale a tutti gli altri. Ecco allora che, un movimento nato sulla protesta verso gli sprechi della politica, sulla durata delle legislature etc. trovi terreno fertile, soprattutto tra i giovani, proprio quelli chiamati a presentarsi alle candidature, le facce nuove della politica.
Se, il "Grillismo" riuscirà a consolidare le idee convertendole a fatti potrebbe rosicchiare ancora voti alla sinistra e alla Lega. Ma questo è solo il mio pensiero.
il 18 Maggio 2011

Gisella Fioravanti
Condivido la tua opinione, Giulio.
Grillo, fra l'altro si è preso le ire della comunità gay italiana per la sua frase al comizio di Bologna: 'At salut, buson', che tradotto dal bolognese sta per "Ti saluto, culattone". Per questo è molto simile ai leghisti per livello di rispetto per le minoranze...
il 18 Maggio 2011

Giacomo Galletti (utente non registrato)
l'analisi di Jacopo ha un nonché di lapalissiano che tuttavia le segreterie dei partiti non vogliono vedere nascondendo la testa sotto la sabbia.
Gli outsider del resto hanno fatto fortuna nel PD, dal rottamatore dall'aria di fanciullo Renzi, all'educanda del Pinot Nero Serrachiani, al Narratore del Tavoliere schieratosi alle primarie pugliesi contro il cavaliere di D'Alem Ahmed Pascià... fino ad arrivare al Barbarossa in salsa di Cynar Pisapia e all'ex magistrato con gli occhi di ghiaccio De Magistris...

Insomma, se la storia insegna qualcosa la lezione saggiamente esplicitata da Jacopo Fo doveva essere da tempo compresa
il 18 Maggio 2011

Antonio Bevilacqua
L'unica cosa che mi fa paura più del berlusconismo che non muore con la morte (politca) di B. è: Bersani è il più nuovo che c'è!!! Suona come una minaccia!!!
il 19 Maggio 2011

Evo Giunti
A volte bisogna fare i conti con il "materiale umano" del Pd. Vero, bersani non è proprio il più nuovo che c'è, ma ha tenuto insieme in questa difficile congiuntura l'opposizione. Ma spero che quando si dice nuovo non s'intenda giovane. perché, come quel rottame di vecchia repubblica di Renzi insegna, si può essere giovani anagraficamente ma più vecchi di berlusconi politicamente (e per giunti i due si somigliano)
il 19 Maggio 2011

Giovanni Villone (utente non registrato)
Indipendentemente da quello che sarà l'esito del ballottaggio di Milano, Berlusconi ha subito un'importante sconfitta personale. In più ci sono il malcontento della Lega (la base non sempre digerisce l'opportunismo dei vertici teso a "incassare" i decreti attuativi sul federalismo) e l'ambizione degli uomini di seconda linea del centrodestra pronti a detronizzare Re Silvio ...
L'uomo dispone ancora di molte forze e risorse residue; non bisogna sottovalutare la sua attitudine alla lotta, la sua innegabile capacità di rialzarsi in piedi... 
L'impostazione politica di Bersani è molto più efficace dell'esasperato tatticismo di D'Alema e del "buonismo" di Veltroni ...Va bene così
il 20 Maggio 2011

Eli Mcbett
http://www.youtube.com/watch?v=2WPsgXAA3kA&feature=player_embedded#at=20
il 21 Maggio 2011

Eli Mcbett
http://www.youtube.com/watch?v=2WPsgXAA3kA&feature=player_embedded#at=20
il 21 Maggio 2011

Eli Mcbett
uncommons é ubriaco? pubblica doppio... ahaha vedi che "piace ai giovani"...
il 21 Maggio 2011

Stefano Cambi (utente non registrato)
D'accordo con Bruna.
il 23 Maggio 2011

Marisa Pantera
Batosta al premium direi proprio una badilata !!!!!!!!!!
il 31 Maggio 2011

condividi

Feed

   

archivio

accedi


Se non l'hai ancora fatto, registrati!
Hai per caso dimenticato la password?
benvenuto   Puoi accedere o registrarti.

gli ultimi articoli in village

rubriche

ultimi commenti

gli ultimi articoli pubblicati

i più letti

tag cloud

CHI E' UNCOMMONS Uncommons è © 2019 proprietà riservata Tramas Web