uncommons

village



Il filosofo inafferrabile



di Theodore Fontane











«Mauthner è del tutto Mauthner, vorrei dire è più di quanto lo sia. È un uomo intelligente e pieno di spirito, ma c’è una stoffa di seta che credo si chiami cangiante. Si presenta molto bene, ma non si sa se sia verde, rossa oppure marrone; Mauthner evoca sempre qualcosa, quando però si vuol dire: “mi permetta”, è già andato via – Mauthner è l’ospite più splendido, ma insieme anche il cameriere più ordinario, quello che ti porta via il piatto proprio quando stai per cominciare».
L’opinione dello scrittore berlinese Theodor Fontane su Fritz Mauthner



Parole chiave: filosofia linguaggio

COMMENTI

Nome (*richiesto)

Email (*richiesta, non sarà pubblicata)


Attenzione! E' possibile inserire commenti di massimo 500 parole.


Registrati al sito, è gratuito e istantaneo!

condividi

Feed

   

archivio

accedi


Se non l'hai ancora fatto, registrati!
Hai per caso dimenticato la password?
benvenuto   Puoi accedere o registrarti.

gli ultimi articoli in village

rubriche

ultimi commenti

gli ultimi articoli pubblicati

i più letti

tag cloud

CHI E' UNCOMMONS Uncommons è © 2019 proprietà riservata Tramas Web