uncommons

village



«Noi fummo gli anni Trenta»



di Francesco Panaro

Stephen Spender, al centro, con WH Auden, a sinistra, e Christopher Isherwood nel 1931.

Stephen Spender, al centro, con WH Auden, a sinistra, e Christopher Isherwood nel 1931.



Torre pendente: come tanti predecessori, anche questi autori operano dall’alto di una torre culturale. Sono figli di genitori agiati, hanno studiato in fior fior di scuole, ma in quest’epoca di guerre e rivoluzioni, le torri sono «diventate torri pendenti…». Inoltre, e questo va tutto a loro merito, pur contribuendo ad aumentare la loro confusione, negli anni Trenta la torre pendente non solo cominciò a pendere, ma cominciò a pendere sempre più a sinistra… Lessero Marx. Diventarono comunisti. Diventarono antifascisti. Si accorsero che la loro torre si fondava sull’ingiustizia e sulla tirannia.
Virginia Woolf, La torre pendente, in Ore in biblioteca.




Parole chiave: francesco panaro s. spender wh auden christopher isherwood

COMMENTI

Nome (*richiesto)

Email (*richiesta, non sarà pubblicata)


Attenzione! E' possibile inserire commenti di massimo 500 parole.


Registrati al sito, è gratuito e istantaneo!

condividi

Feed

   

archivio

accedi


Se non l'hai ancora fatto, registrati!
Hai per caso dimenticato la password?
benvenuto   Puoi accedere o registrarti.

gli ultimi articoli in village

rubriche

ultimi commenti

gli ultimi articoli pubblicati

i più letti

tag cloud

CHI E' UNCOMMONS Uncommons è © 2017 proprietà riservata Tramas Web