uncommons

village



Oltre il copyright



di Antonella De Robbio

Secondo la definizione che Creative Commons dà del proprio funzionamento su Wikipedia,“La missione di Creative Commons è ben rappresentata dal logo dell'organizzazione (CC), che rappresenta una via di mezzo tra il rigido modello del copyright (C) (Tutti i diritti riservati, All rights reserved e quello invece di pubblico dominio (PD) (Nessun diritto riservato, No rights reserved), introducendo il nuovo concetto appunto di Alcuni diritti riservati (some rights reserved)”.

Tali licenze nascono dall'esigenza di permettere la libera circolazione di materiale creativo protetto dal diritto d'autore, dal momento che sono ispirate al modello “alcuni diritti riservati”: gli stessi autori decidono cosa si può fare e cosa no sulle proprie opere. Un meccanismo molto simile alle licenze GPL/GNU che regolano la distribuzione del software libero.

Una licenza, in generale, è uno strumento giuridico che trasmette un diritto, accompagnato da una promessa, da parte del concedente, di non citare in giudizio il beneficiario, qualora tale diritto venisse esercitato; è una sorta di autorizzazione a fare qualche cosa o a usare un bene altrimenti esclusivo. Nel contesto delle norme sui diritti di proprietà, una licenza è un permesso unilaterale di usare una proprietà di qualcun altro. Così avviene anche per i beni immateriali.

Nella prassi, mutuando le categorie delle licenze del software, si usa distinguere tra due macro-tipologie di licenze anche in relazione alla pubblicazione e diffusione di dati ed informazioni: le licenze di tipo“closed” (chiuse) e le licenze di tipo “open” (aperte).

A differenza delle licenze di tipo “closed” le licenze “open” più che stabilire quali sono i limiti di utilizzabilità del dato, tendono a garantire una serie di diritti a chi viene a disporre delle informazioni. Nel contesto digitale, una licenza serve a descrivere le condizioni di utilizzo in base alle quali quel file può essere utilizzato. Le licenze aperte rendono evidente l’attribuzione di paternità dell’opera La libera ridistribuzione è la condizione base di ogni licenza “open”, a differenza di quanto previsto dalla legge che pone delle pesanti restrizioni al diritto di riproduzione/distribuzione.

Dal punto di vista tecnico, Creative Commons poggia su un sistema atto a rendere l’opera immediatamente riconoscibile come “risorsa open” dai motori di ricerca di rete. Questo avviene grazie a opportuni metadati tecnici per la gestione dei diritti che catturano risorse – in fase di ricerca da parte dell’utente – disponibili ad accesso gratuito e/o modificabili.

La licenza CC si presenta con tre volti differenti: uno per l’utente comune, con simbologia chiara ed efficace, la seconda per il giurista, attraverso la presentazione di una licenza perfettamente legale e calata nella legislazione di quello specifico Paese, la terza per la macchina che funziona tramite la lettura dei metadati in formato standard da parte dei metamotori.

Una prima parte delle licenze indica quali sono le libertà che l'autore vuole concedere alla sua opera ed una seconda parte che chiarisce a quali condizioni è possibile utilizzare la stessa. In generale, si può affermare che la prima parte fa sempre riferimento alla libertà di copiare (nel senso di riprodurre e non di plagiare) e alla libertà di distribuire l'opera. Ciò si realizza attraverso l'attribuzione della libertà di «riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare l'opera». Al contrario, solo alcune delle licenze consentono anche la modifica dell'opera, attribuendo esplicitamente tale diritto.

<<< Pagina precedentePagina
di 3
Pagina successiva >>>
Parole chiave: creative commons copyright

COMMENTI

condividi

Feed

   

archivio

accedi


Se non l'hai ancora fatto, registrati!
Hai per caso dimenticato la password?
benvenuto   Puoi accedere o registrarti.

gli ultimi articoli in village

rubriche

ultimi commenti

gli ultimi articoli pubblicati

i più letti

tag cloud

CHI E' UNCOMMONS Uncommons è © 2019 proprietà riservata Tramas Web