uncommons

words



Natura e artificio



di Francesco Panaro Matarrese







«Perché mai qualsiasi catapecchia d'un villaggio alpino [e in genere qualsiasi costruzione rurale e 'spontanea'] risulta ‘artistica’, nel senso ‘naturale’, e non offende la natura circostante, come invece l’offende qualsiasi costruzione moderna anche d’un ottimo architetto a eccezione di quelle decisamente tecnologiche?».

La superficie di un lago alpino riflette i casolari e la chiesetta del villaggio con le nuvole e le montagne circostanti, e «sembra come se esse non fossero costruite da mano umana, mentre una villa nuova costruita da un architetto disturba tutta l’armonia preesistente… Perché accade che qualsiasi architetto, buono o cattivo che sia, è portato a dissacrare il lago? Mentre non lo farà il contadino, né l’ingegnere che costruisce i battelli o i treni».

La casetta rurale, per l'architetto Adolf Loos, è bella come un elemento naturale, come una marmotta, un cavallo, un fiore, uno stambecco o una mucca.

 

Parole chiave: francesco panaro matarrese natura artificio adolf loos

COMMENTI

Nome (*richiesto)

Email (*richiesta, non sarà pubblicata)


Attenzione! E' possibile inserire commenti di massimo 500 parole.


Registrati al sito, è gratuito e istantaneo!

condividi

Feed

   

archivio

accedi


Se non l'hai ancora fatto, registrati!
Hai per caso dimenticato la password?
benvenuto   Puoi accedere o registrarti.

gli ultimi articoli in words

rubriche

ultimi commenti

gli ultimi articoli pubblicati

i più letti

tag cloud

CHI E' UNCOMMONS Uncommons è © 2019 proprietà riservata Tramas Web